Jeff Buckley Collection: il sito che raccoglie tutti i dischi posseduti dall’artista


Jeff Buckley Collection è un sito web interamente dedicato al cantautore statunitense scomparso nel 1997. O meglio, completamente dedicato alla sua libreria musicale. Navigando per ordine alfabetico, per poi scorrere su uno scaffale che quasi sembra vero, è possibile sfogliare virtualmente la collezione di vinili posseduta da Buckley, ascoltare i dischi, salvare i brani, o aprirli su Spotify.

Jeff Buckley Collection

“I don’t really need to be remembered. I hope the music’s remembered”: questa è la citazione del cantante che comparse non appena si accede a Jeff Buckley Collection. Insomma, una maniera diversa di conoscere l’artista, che non passa solo attraverso i suoi brani, ma anche attraverso la musica altrui, che lo accompagnava, o lo ispirava. Il sito è nato su iniziativa di Tom Mullen del reparto marketing di Sony Music. Facendo ricerche per la pubblicazione di You and I, il secondo disco postumo di Buckley, Mullen si è imbattuto nelle fotografie che la madre del cantante aveva scattato ai suoi scaffali di vinili: da qui si è riusciti a risalire ai dischi, a catalogarli e ad inserirli in una libreria musicale digitale – il sito Jeff Buckley Collection, ormai lanciato da un anno.

Nella collezione, che ovviamente si ferma purtroppo al 1997, troviamo dischi che vanno da Invisible Touch dei Genesis, a Master of Puppets dei Metallica; e ancora, troviamo anche Bob Dylan, Joni Mitchell, Miles Davis ed Ella Fitzgerald. Un grandissimo modo, dunque, per entrare nel mondo del cantante, per tutti gli appassionati.