Il video del sub che nuota in un mare di plastica, nelle acque di Bali


Il video postato da un sub britannico, girato nelle acque dell’isola Nusa Penida, vicino alla più famosa Bali, in Indonesia, sta facendo il giro del mondo per lo scenario subacqueo inquietante che è stato ripreso: l’uomo si è trovato letteralmente a nuotare in uno sporco mare di plastica.

“Qualche sacchetto di plastica, bottiglie di plastica, bicchieri di plastica, fogli di plastica, secchi di plastica, bustine di plastica, cannucce di plastica, cestini di plastica, sacchetti di plastica, altri sacchetti di plastica, plastica, plastica, un sacco di plastica!,” ha scritto Rich Horner, l’autore del video, sulla sua pagina Facebook.

Il video è stato girato in un’aera chiamata Manta Bay, perché spesso frequentata dalle mante — che quel giorno dovevano decisamente essere assenti, vista l’enorme quantità di plastica. Secondo quanto riportato dal Guardian, nelle acque di Bali e dintorni si vede regolarmente della plastica durante la stagione umida, dato che le piogge ne trasportano in mare grandi quantità dalle strade delle città costiere e dai fiumi. La situazione del video è anche stata causata da una particolare combinazione di correnti: il giorno successivo, infatti, come ha segnalato il sub, buona parte della spazzatura era stata trasportata via dalla zona, per andare a sporcare altre acque.

La Rivers, Oceans, Lakes and Ecology Foundation segnala che solo la metà delle 130mila tonnellate di rifiuti prodotti in Indonesia ogni giorno finiscono in discarica; il resto è bruciato illegalmente o scaricato nelle acque di mari e fiumi.