Perché la Val Verzasca NON è “le Maldive” d’Italia


Lo YouTuber Capedit, pseudonimo di Marco Capedri, il 10 luglio ha caricato un video sul suo profilo, in cui parlava di una località in Svizzera. “Un magnifico canyon attraversato da acque color smeraldo. Un’ora ora da Milano e 45 minuti da Varese”: questa la sua descrizione de “Le Maldive di Milano“, riferito al Ponte dei Salti di Lavertezzo, nel Canton Ticino.

Ecco il video:

LE MALDIVE DI MILANO

LE MALDIVE DI MILANO!Un magnifico Canyon attraversato da acque color smeraldo.*1 ora da Milano e 45 minuti da Varese*con Federico Sambruni

Posted by Capedit on Montag, 10. Juli 2017

Con oltre due milioni e mezzo di visualizzazioni, non ci si stupisce che la località sia stata presa d’assalto dai turisti che, una volta arrivati lì, si sono accorti che non si trattava esattamente delle Maldive d’Italia.

Ecco per quali motivi:

#1 Innanzitutto la Val Verzasca non è in Italia, ma in Svizzera.

#2 L’acqua è cristallina e meravigliosa, ma è gelida.

#3 Più di un cartello segnala la pericolosità di balneazione nel fiume Verzasca.

maldive di milano

#4 La corrente del fiume è molto forte.

#5 Tutte queste caratteristiche del fiume hanno causato diversi morti.

#6 L’area non è molto grande, in più ora è un carnaio di turisti.

Le cosiddette Maldive di Milano, dunque, non sono esattamente all’altezza del nome che gli è stato dato – almeno, non nel senso che tutti potremmo intendere. Certo, è vicino al nord Italia, e costa qualcosa in meno che andare alle Maldive vere e proprie, ma ci dicono dalla regia che l’acqua gelida e la corrente forte non siano la cosa più tropicale del mondo.