Un ricercatore sta lavorando all’alcool che non causa l’hangover


È stato scoperto un alcool sintetico che ci permette di ubriacarci senza dover provare, il giorno dopo, questa sensazione:

La scoperta arriva dal professor David Nutt dell’Imperial College di Londra. L’alcool sintetico è stato battezzato “alcosynth” e imita gli effetti positivi degli alcolici senza però causare gli effetti collaterali del giorno dopo, come la nausea, il mal di testa, capogiri, l’odio verso se stessi e la voglia di morire.

David Nutt lavora da dieci anni al suo Alcosynth, testando circa novanta sostanze e individuandone cinque efficaci, e si augura che la sua scoperta possa rimpiazzare l’alcool che tutti conosciamo nei cocktail, così da liberare il mondo dalla piaga dell’hangover entro il 2050. Nutt afferma che al momento il suo Alcosynth funziona già molto bene nei Mojito e nei Tom Collins. “Negli ultimi 30 anni gli effetti neurologici dell’alcol sono stati molto ben studiati quindi sappiamo in quali parti del cervello si creano gli effetti positivi e possiamo mimarli, mentre non toccando le aree sbagliate evitiamo gli effetti negativi,” ha detto il ricercatore.

Per il momento la sua formula è segreta, e dovrà passare ancora molto tempo prima che quest’alcol sintetico possa essere messo in commercio, a causa degli alti costi della ricerca e alle leggi che regolano la diffusione di sostanze psicoattive in Inghilterra, Paese dove si sta svolgendo la sperimentazione: se il suo progetto verrà approvato dalla Britain’s Food Standard Agency, Nutt e il suo team dovranno raccogliere dieci milioni di dollari per continuare a sviluppare il loro alcool del futuro.