Trump richiede un Van Gogh al Guggenheim, che gli offre un water d’oro in alternativa


Donald e Melania Trump hanno richiesto un quadro di Van Gogh, “Paesaggio con la neve”, al Guggenheim di New York, da appendere in una delle stanze private della famiglia alla Casa Bianca. In passato era capitato che gli Obama abbiano ricevuto un Rothko, e i Kennedy un Delacroix. Ma questa volta il museo non ha soddisfatto la richiesta del presidente, e ha risposto a modo suo.

Nancy Spector, la curatrice, ha sempre criticato apertamente Donald Trump sui social media. Ha risposto alla richiesta di “Paesaggio con la neve” con una email in cui rispondeva che il Guggenheim non avrebbe soddisfatto la richiesta, ma aveva comunque una controfferta. La Spector ha offerto alla Casa Bianca “America”, il WC in oro da 18 carati, funzionante, installato nel museo e utilizzato dai visitatori, opera di Maurizio Cattelan, del valore stimato di un milione di dollari. La Spector ha offerto anche di inviare, insieme all’opera, tutte le istruzioni per istallarla correttamente. Inoltre, ha offerto l’opera a lungo termine, e ha affermato che Cattelan sarebbe stato felice se l’opera fosse finita proprio a casa del presidente.

Lo scambio delle email è avvenuto lo scorso settembre, e la storia è stata recentemente raccontata dal Washington Post, che ha avuto occasione di leggere i messaggi scambiati tra la Spector e Hayashi Smith, uno dei curatori alla White House. Alla fine, “America” di Maurizio Catellan sembra essere ancora al suo posto, e la Casa Bianca non ha commentato l’avvenuto.