Secondo questo studio, l’MDMA potrebbe salvare la tua storia d’amore


Dopo esser stato analizzato come mezzo per trattare la dipendenza dall’alcool, e dopo il via agli esperimenti che intendono usarlo per alleviare il disturbo post-traumatico da stress, l’MDMA è indicato da un recente studio come sostanza che potrebbe aiutare a superare i problemi di coppia. Lo studio è del dottore Brian Earp dell’Università di Yale, e si intitola Psychedelic Moral Enhancements. All’interno del documento, il dottor Earp ricorda che negli anni Ottanta, l’ecstasy era usato veramente e di frequente per le terapie di coppia – e con successo.

“In the 1980s, before it was made illegal, MDMA – popularly known as “ecstasy” due to the feelings of euphoria it can induce – was being used as an aid in couple’s therapy by professional counselors.”

George Greer e Requa Tolbert, due medici, negli anni Novanta riportarono i risultati delle loro analisi sul Journal of Psychoactive Drugs, dopo aver sperimentato l’MDMA su circa 80 clienti tra il 1980 e il 1985. Il risultato? Il 90% dei loro pazienti sarebbe riuscito a ritrovare un rapporto di tenerezza col partner, e a provare di nuovo l’affetto perso nei suoi confronti. Secondo Earp, l’ecstasy farebbe bene al rapporto di coppia perché è in grado di sciogliere delle tensioni, e di buttar giù dei muri che un tempo tra le due persone non esistevano, facendoci esplorare zone della nostra mente che coscientemente non potremmo raggiungere.