Una stilista giapponese porta il punk nel 18esimo secolo


Si è conclusa giusto ieri la settimana della moda parigina, e come sempre è stata ricca di strane sorprese. Il premio dell’assurdo va questa volta alla stilista giapponese Rei Kawakubo, di Comme des Garçons, che ha voluto integrare la moda punk in un periodo storico che di punk aveva apparentemente ben poco: il 1700.

Il 18° secolo fu un periodo di cambiamenti e rivoluzioni, e immagino che se i punk fossero vissuti in quel periodo si sarebbero vestiti così”, afferma la stilista, che ispirandosi a dipinti dell’epoca ha preso vestiti stile Maria Antonenietta e li ha strappati e ricuciti nei modi più improbabili, mentre modelli con parrucche e creste gelatinate sfilavano sulle note di brani classici allo xylofono, in un’atmosfera quasi eterea.

1166652 1166642 1166627 1166634 1166629 1166626 1166643 1166646

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!