Ritrovata un’opera di Gustav Klimt scomparsa da 50 anni


Nell’anno in cui l’Austria celebra il centenario della scomparsa di Gustav Klimt, avvenuta il 8 febbraio 1918, le mostre organizzate per l’occasione si arricchiscono di una nuova opera, considerata come scomparsa da quasi cinquant’anni, e appena tornata alla luce. Si è risolto proprio in questi giorni il “mistero” della scomparsa di ben quattro opere dal Museo di Linz, fra cui Zwei Liegende, “Due figure reclinate,’ un disegno ad opera di Klimt.

Nel 1951 l’artista e collezionista Olga Jäger donò alcuni disegni di Egon Schiele e Gustav Klimt al Lentos Art Museum di Linz. Nel 2006 i suoi eredi fecero domanda per riscattare il prestito, solo che le opere non furono trovate. La discussione si spostò in tribunale e terminò nel 2017, con un risarcimento di più di 8 milioni di euro agli eredi.

Una delle opere però è stata ritrovata: le indicazioni per il luogo in cui era conservata sono state scritte nel testamento di una ex dipendente del museo, che confessava di avere Zwei Liegende nascosto nel proprio armadio. Adesso sarà esposto in una mostra e potrà tornare ai legittimi proprietari che restituiranno parte del risarcimento. A quanto pare, l’allora direttore del museo, Walter Kasten, morto nel 1984, avrebbe fatto in modo di far sparire le opere crenado documentazioni ambigue, chiedendo alla segretaria di tacere sull’argomento e dandole in cambio il disegno di Klimt ora riapparso.