Le avventure di una vera interista in cerca dell’anima gemella su ONCE


È il 2017, e tutti quanti, almeno una volta, hanno provato a cercare l’amore su Internet. Anche noi ci abbiamo provato. Visto che siamo stanchi di tutte quelle app che ci propongono di metterci in contatto con migliaia di persone con cui probabilmente abbiamo meno di niente in comune, abbiamo pensato di scegliere ONCE, un’app che ti propone un singolo match al giorno, basato però sui tuoi gusti precisi, selezionato individualmente, in modo specifico per ogni utente, da un matchmaker.

Abbiamo deciso di testare questa app per vedere se funziona davvero. La abbiamo messa alla prova molto seriamente, chiedendo aiuto a ragazze con delle personalità davvero particolari. Cominciamo a mostrarvi le nostre avventure su ONCE partendo con una ragazza la cui caratteristica principale è quella di essere un’interista sfegatata, che non ha altro in testa se non la sua squadra del cuore.

Lei è Chiara, ha 26 anni, lavora come estetista a Milano, tifa Inter, va a vedere le partite dell’Inter, ama parlare dell’Inter, gioca a calcio con l’Inter in mente, e ovviamente cerca la sua anima gemella.

Carina, no?

Per le chat dei nostri match abbiamo deciso, per correttezza, di oscurare le loro foto profilo, anche se, fidatevi, erano incredibili, e avrebbero dato un’idea più precisa dei personaggi che ci siamo trovati in queste conversazioni. Lasciamo dunque il loro aspetto alla vostra immaginazione.

Il primo a scriverle è Stefano, a cui Chiara si è presentata subito con tutto l’entusiasmo della sua passione.

La prima volta quindi non le va molto bene. Capita. Stefano non ha capito l’anima nerazzurra di Chiara. C’è una sola spiegazione possibile: probabilmente era milanista.

Poi è il turno di Daniele. Lui è molto più promettente, e Chiara torna ad essere ottimista.

È andata bene, ma, diciamocelo, poteva andare meglio. Daniele è simpatico, carino, divertente. Ma purtroppo è juventino. Lui stava già immaginando una relazione in cui lui e Chiara avrebbero guardato insieme le rispettive squadre del cuore, ma ad un certo punto, senz’altro, avrebbe deciso di trascinarla dalla sua parte. Quindi ha dovuto lasciarlo perdere. Ci sono sempre alti e bassi.

Fortunatamente, il giorno dopo, il match successivo che le viene assegnato è ancora più preciso per la nostra Chiara. Ecco che conosciamo Matteo. Dopo i classici saluti e presentazioni, prende il via la loro conversazione.


Beh in fin dei conti l’esperienza è stata più positiva del previsto. Abbiamo trovato molti juventini, ragazzi a cui non frega niente del calcio, e finalmente dei tifosi interisti. La lezione da tenere in mente è che la vostra fede calcistica aiuterà ben poco per trovare l’anima gemella. Il tifoso interista con cui abbiamo fatto colpo alla fine ci ha considerato come il suo compagno di grigliata e continua a parlarci di calciomercato.

A loro non interessa il vostro colore, e meno male vogliono soltanto farvi innamorare. Le cose che contano, alla fine – le cose da cercare in un uomo, su ONCE, sono altre: che lui sia simpatico, che vi tratti bene, che vi faccia ridere, che abbiate interessi comuni (al di là del calcio), e che non scriva “che” con la k.