Ritrovata in Nuova Zelanda l’Ottava Meraviglia del mondo, dopo oltre cent’anni


Le Pink and White Terraces erano considerate l’Ottava meraviglia del mondo. Si trovavano in Nuova Zelanda sul Lago Rotomahana, nell’Isola Nord dell’arcipelago, e nel  1800 attiravano migliaia di visitatori da tutto il mondo. Si trattava di “vasche” di pietra rosa e bianca che si affacciavano sul lago, e sul fondo delle quali si trovavano pozze di acqua termale.

Purtroppo, le “terrazze” bianche e rosa sono state sommerse da un’eruzione vulcanica del monte Tarawera avvenuta il 10 giugno 1886, e si consideravano scomparse per sempre. Oggi, dopo 131 anni dalla loro scomparsa, alcuni ricercatori neozelandesi affermano di aver individuato la collocazione esatta (sotterranea) delle Terrazze. Con tutta probabilità si troverebbero a circa 10-15 metri al di sotto del terreno sulla riva del lago, coperte di fango, cenere e detriti: il progetto degli archeologi prevede di cominciare al più presto gli scavi nel luogo.

pink and white terraces

Oltre alla tecnologia, per ritrovare questa meraviglia naturale, i ricercatori si sono serviti anche dei diari di un geologo austro-tedesco vissuto nell’Ottocento, Ferdinand von Hochstetter, che nei suoi appunti aveva descritto più o meno precisamente la locazione delle “terrazze”.