Norvegia: primo paese al mondo in cui la deforestazione è illegale


Buone notizie sul fronte della tutela delle foreste: la Norvegia ha scelto ufficialmente la via della deforestazione zero in tutte le procedure collegate agli approvvigionamenti e agli appalti pubblici, diventando il primo stato al mondo ad assumere un impegno di questa portata.

20090723_100439_25mmCY_f8_1per100and40s_NDgrad(PhotoShop)_975px

Nils Hermann Ranum, di Rainforest Foundation Norway, ha affermato che si tratta di “una vittoria importante nella lotta per proteggere la foresta pluviale. Nel corso degli ultimi anni, un certo numero di aziende ha deciso di cessare l’acquisto di beni che possono essere collegati alla distruzione della foresta ma, fino a ora, queste azioni non erano stato accompagnate da un impegno analogo da parte dei governi”.

forest-harvesting-forestry

Il risultato raggiunto oggi ha però radici lontane e ben sedimentate, già nel 2008, il paese scandinavo strinse un patto con il Brasile in cui si impegnava a pagare una consistente somma di denaro (corrispondente a 100 milioni di dollari) se quest’ultimo avesse diminuito il ruolo che ricopriva nella deforestazione dell’Amazzonia.

forest-441867_960_720

Ranum ha anche affermato che altri Paesi dovrebbero seguire la Norvegia e adottare analoghe azioni, in particolare la Germania e il Regno Unito, in virtù dell’impegno che, insieme al governo di Oslo, i due Stati presero in un vertice ONU che si è svolto a New York nel 2014.