#mondayfunday: Perché Sanremo era meglio prima in una playlist


Ebbene sì, siamo in quel periodo dell’anno. Domani sera prenderà il via il celeberrimo Festival di Sanremo. Il festival della canzone italiana, diciamocelo, è ormai un contenitore di veline molto nude, cantanti da reality sulla cresta dell’onda e vecchi tromboni in cerchia della vecchia gloria. Ma non è sempre stato così.

In questa playlist rispolveriamo quello che una volta era l’evento musicale più patinato d’Italia. E’ con questi brani che ci piace ricordare e pensare al tanto discusso avvenimento. Oltre che i capelli impomatati di Pippo Baudo, naturalmente.

1. Rino Gaetano – Gianna

2. Nada – Ma che freddo fa

3. Domenico Modugno – Volare

4. Caterina Caselli – Nessuno mi può giudicare

5. Lucio Dalla – 4 marzo 1943

6. Lucio Battisti – Un’avventura

7. Adriano Celentano – Ragazzo della via Gluck

8. Bobby Solo – Una lacrima sul viso

9. Jo Squillo – Balla italiano

10. Nino Manfredi – Tanto pe cantà

11. Max Gazzè – Il timido ubriaco

12. Daniele Silvestri – Salirò

13. Alex Britti – Oggi sono io

14. Franco Battiato – La cura