Ludwig, il software per scrivere in perfetto inglese arriva dalla Sicilia


Il luogo comune vuole che gli italiani non siano molto portati per l’inglese. E forse un fondo di verità c’è. Comunque la pensiate in merito, la novità è che ora c’è un software, tutto made in Italy, che insegna non a parlare, ma a scrivere in inglese corretto. Si chiama Ludwig ed è stato realizzato da alcuni sviluppatori siciliani, tutti under 35. Ludwig è in realtà un motore di ricerca basato su un database con “milioni di frasi corrette in inglese” e “un’interfaccia funzionale e immediata“.

Il nome lo hanno preso in prestito dal filosofo Wittgenstein, che li ha ispirati con una sua massima: “i limiti del mio linguaggio sono i limiti del mio mondo“, una frase che esprime al meglio l’ambizioso obiettivo che i ragazzi si sono posti, ossia “abbattere la torre di Babele per metterci tutti sullo stesso piano“.

Ludwig funziona come un gigantesco dizionario interattivo. Basta digitare una frase in inglese e il software offre in tempo reale – insieme alla traduzione di Google – una serie di esempi provenienti da fonti autorevoli, come Guardian, New York Times e Bbc, pescati all’interno del database, ancora in espansione, che contiene già milioni di frasi.

Capture d’écran 2016-05-06 à 18.28.55

Ci piace pensare – racconta Roberta Pellegrino, co-fondatrice di Ludwig – che il nostro prodotto possa servire ad altri siciliani sparsi per il mondo. Immaginiamo che lo usino, che lo trovino utile, e che magari abbiano voglia di condividerlo con colleghi o amici, non senza un pizzico di orgoglio isolano“.

Per il momento il sito conta utenti sparsi in 120 paesi del mondo. L’obiettivo concreto adesso è quello di raggiungere un milione di utenti al mese. Quello più astratto, invece, di “rendere chiunque in grado di scrivere in inglese in maniera autonoma“.