La felicità si trova in Olanda, grazie al lavoro part time


Secondo il settimanale inglese The Economist, lavorare part time rende felici. L’Olanda è infatti considerata tra le nazioni con il maggiore grado di felicità in Europa ed il merito sarebbe principalmente del ridotto orario lavorativo, del quale una gran parte dei cittadini possono godere e che, a sua volta, genera tutta una serie di benefici direttamente collegati con la felicità personale.Tra gli olandesi infatti, il 26.8% degli uomini e addirittura oltre il 76% delle donne ha scelto di lavorare part time, prediligendo questa forma contrattuale a quella a tempo pieno e non superando mai le 36 ore di lavoro alla settimana. In effetti, i vantaggi di un simile ritmo lavorativo sono più che evidenti.

Una delle cause di questa enorme differenza con gli altri Paesi europei è il fatto che i Paesi Bassi non abbiano partecipato direttamente ai due conflitti mondiali, condizione che ha rallentato e calmierato l’ingresso delle donne olandesi nel mondo del lavoro. A questo si sono aggiunti altri due fattori: la tradizionale ricchezza ha reso meno necessario il secondo stipendio e i valori cristiani hanno favorito una permanenza più frequente delle madri a casa.

Pochissime donne, ad esempio, rientrano tra i top manager aziendali, e la ragione potrebbe essere proprio la minor quantità di tempo trascorsa al lavoro. Ma se l’orario ridotto ha, nel complesso, portato più felicità in Olanda, a incidere nello stesso senso sarebbe anche lo sport. Nel Paese, infatti, il 53% degli adulti si allena almeno 4 volte a settimana. Un’abitudine che per la British Heart Foundation, citata dall’Independent, aiuta la salute e induce al sorriso.