La prima coda di dinosauro con piume scoperta nell’ambra


La coda di un dinosauro del Cretaceo, completa di vertebre, tessuti molli, ma soprattutto di piume, è stata conservata fino ad oggi in una goccia d’ambra: l’eccezionale scoperta descritta su Current Biology, è destinata a dare un fondamentale contributo nello studio dell’evoluzione del piumaggio nei rettili e negli uccelli preistorici.

Anche se da questo tipo di dinosauri – chiamati celurosauri – discesero tra gli altri i tirannosauri, l’esemplare rimasto con la coda intrappolata nell’ambra era probabilmente un giovane di taglia piccola, non più grande di un passerotto. La coda piumata, con otto vertebre e mezza da due millimetri ciascuna, è lunga in tutto 3,6 centimetri.

L’analisi chimica del reperto – resa possibile da una sezione nell’ambra, che ha permesso di arrivare alla superficie delle piume – ha rilevato tracce di ferro, un retaggio dell’emoglobina un tempo presente nei tessuti dell’animale. Da questa sostanza di potranno forse in futuro estrarre altre informazioni sul colore, o sulla pelle del pennuto.queue-de-dinosaure-plume-ambre-7

queue-de-dinosaure-plume-ambre-8

queue-de-dinosaure-plume-ambre-5

queue-de-dinosaure-plume-ambre-6

queue-de-dinosaure-plume-ambre-9

queue-de-dinosaure-plume-ambre-10

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!