La birra belga diventa patrimonio dell’umanità


Bere birra belga dovrà d’ora in avanti essere di fatto considerata una esperienza culturale: l’Unesco ha infatti deciso di aggiungerla alla sua lista che definisce il Patrimonio intangibile dell’Umanità.

Secondo la convenzione Unesco del 2003 per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, spiegano i ministri, “il patrimonio culturale immateriale comprende le tradizioni ereditate dai nostri avi e tuttora praticate, grazie alla trasmissione di generazione in generazione“.

Note per il loro gusto, le birre belghe, prodotte quasi in ogni città e villaggio del paese, in base ad un tradizione che risale fino al medioevo, vengono celebrate nei dipinti del pittore olandese Pieter Brueghel e da numerosi brani musicali. Se ne contano 1.500 tipi, prodotte utilizzando differenti metodi di fermentazione.

L’Unesco ricorda che “la birra viene utilizzata nelle comunità anche per cucinare, realizzare prodotti alimentari, e accompagnare il cibo“. Inoltre “svolge un ruolo nella vita quotidiana, così come nelle occasioni di festa“.