L’Italia ha stabilito un nuovo record nella produzione di energie rinnovabili


Lo scorso 21 maggio 2017 l’Italia ha stabilito un nuovo record nella produzione di energia “verde”: l’87% dell’energia prodotta quel giorno proveniva infatti da fonti idroelettriche, solari o eoliche. Questo nuovo picco nazionale è un ottimo segno e dimostra come la transizione energetica dai combustibili fossili alle energie non dannose per l’ambiente stia procedendo, e lo stia facendo con un buon ritmo. Il 100% di energia rinnovabile prodotta era stato già raggiunto in Italia, ma limitatamente ad una regione – la Sicilia. Ora, dal Terna (la società che gestisce la rete ad alta tensione a livello nazionale) arriva questo nuovo dato, che conferma un successo.

Negli ultimi anni, in Italia, hanno chiuso diverse centrali elettriche alimentati a olio combustibile, carbone e gas, che producevano livelli superiori di CO2 rispetto ai nuovi limiti di emissione stabiliti. L’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris, ha detto: “Il mercato  sta cambiando molto velocemente e abbiamo bisogno di aggiungere investimenti per far fronte sia al declino delle centrali tradizionali sia per il verificarsi di condizioni climatiche estreme”. Questo nuovo piano verrà reso noto nei prossimi mesi. L’investimento sarà legato anche al potenziamento della rete elettrica per ovviare ai rischi di black-out insiti nel utilizzo delle energie rinnovabili, che per loro natura sono energie intermittenti.

In Paesi come Scozia e Danimarca, il record raggiunto sfiora cifre come il 120% di energia rinnovabile prodotta in un solo giorno.

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!