Identità Sonore: è nata la prima biblioteca del suono


Dall’acqua che scorre al rombo di un motore, dai colpi del martello al fischio di un treno che sfreccia veloce. Questi e molti altri sono tra i rumori raccolti nella prima biblioteca del suono. Ted Martin Consoli, tecnico del suono, e Anna Calamita Di Tria, paesaggista, hanno viaggiato in lungo e in largo nella zona di Biella, in Piemonte, e hanno raccolto numerosissimi rumori del territorio. Hanno passato del tempo sia presso alcune industrie, che passeggiando all’aria aperta, catturando i suoni di ciascuno di questi luoghi. Tutto il loro lavoro è stato raccolto nel progetto Identità Sonore, una libreria acustica del territorio, disponibile online per poter essere ascoltata ed utilizzata da tutti.
30 diverse tappe per 60 ore di registrazione, utilizzando uno speciale apparecchio in grado di catturare il suono in tre diverse dimensioni. Su Google si può trovare una mappatura dei luoghi da cui provengono i vari suoni, permettendoci un unico viaggio acustico nel territorio piemontese.