Donald Trump 45° presidente degli Stati Uniti di America


Trump sarà il 45esimo presidente degli Stati Uniti. Dopo Barack Obama, sarà lui il nuovo inquilino della Casa Bianca, guida della superpotenza. Hillary Clinton non parlerà ai suoi sostenitori, ha telefonato all’avversario però. “Andate a casa, non avremo niente da dire stasera” ha detto John Podesta, il manager della sua campagna.

Il candidato repubblicano ha superato la soglia di 270 grandi elettori, necessaria per aggiudicarsi la corsa alla Casa Bianca. La grande sconfitta è Hillary Clinton. Anche se fino all’ultimo il suo staff sembrava non voler mollare: “Non è ancora finita”, ha detto il manager della campagna, John Podesta, quando ormai mancavano solo i risultati di tre Stati.

Trump ha superato ogni attesa e l’enorme incertezza e le crescenti possibilità di una sua vittoria hanno subito scosso violentemente i mercati. Il New York Times ha dato fino al 94% di chance di successo per Trump a metà della lunga nottata elettorale. I future sull’indice di Borsa Dow Jones hanno perso oltre il 3% e sulle piazze valutarie il peso messicano ha ceduto l’8% sul dollaro.

Trump ha trionfato nelle aree del Paese a forte presenza di elettori bianchi, facendo molto meglio di Mitt Romney sconfitto quattro anni fa da Barack Obama. Mentre Hillary Clinton non è riuscita ad attirare i voti delle minoranze che furono la chiave dei successi del presidente uscente, ha analizzato a caldo il Washington Post.

Trump ha vinto al termine di una campagna elettorale aspra, condotta da ambo le parti senza esclusione di colpi. Dall’emailgate che ha visto coinvolta Hillary, allo scandalo delle frasi sessiste che ha investito il tycoon. Senza colpo ferire, viene da dire a questo punto. Clinton e Trump hanno giocato una sfida all’ultimo duello tv dove, pochi giorni fa, è addirittura mancata la stretta di mano davanti a milioni di americani.