Danimarca: le aziende cercano impiegati, ma non ci sono disoccupati


Non è una novità che la Danimarca sia uno stato in buone condizioni economiche e lavorative. E così succede che ci siano addirittura più lavori che persone disoccupate. La Sjorring Maskinfabrik, un’azienda meccanica, sta riscontrando proprio questo problema. Il proprietario, l’imprenditore Peter Enevoldsen, ha dovuto ridimensionare un ordine che gli era stato commissionato, perché ci sarebbe stato troppo lavoro e nessuna persona da poter assumere.

In Danimarca il tasso di disoccupazione è del 4,3%, praticamente tutti i cittadini in età lavorativa hanno già un impiego. Il fenomeno riguarda tutto il sistema industriale danese e numerose ditte hanno dovuto rallentare la produzione a causa di questa situazione. L’unico risvolto positivo della faccenda è che gli stipendi degli impiegati si sono alzati considerevolmente, come tra l’altro era già successo nel 2007, quando il tasso di disoccupazione era sceso addirittura al 2,3%. Lo stato sta pensando a come risolvere questa situazione e alcune aziende hanno ideato una campagna pubblicitaria per spingere gli stranieri ad andare a lavorare nel loro stato.