Concorso di bellezza per cammelli: 12 concorrenti squalificati per iniezioni di botox


Il King Abdulaziz Camel Festival è una concorso che si tiene ogni anno in Arabia Saudita. Dura 28 giorni ed è un’occasione per i padroni di cammelli di gareggiare contro gli altri, mettendo alla prova l’obbedienza, la forza fisica, e la bellezza del proprio animale. Il concorso è molto atteso, e il montepremi totale arriva ai 57 milioni di dollari. La cifra è alta, dunque non è raro che, alla gara di bellezza, c’è chi ricorra a strane tattiche per barare e aggiudicarsi il primo posto col proprio cammello.

Quest’anno, ad esempio, come riporta Reuters, sono stati squalificati dodici cammelli perché avevano subito delle iniezioni di botox da parte dei loro padroni, che volevano che le loro labbra apparissero più grosse e carnose. Infatti, le grosse dimensioni delle labbra sono valutate come una caratteristica che rende un cammello “più bello” di altri, insieme all’altezza, il peso e la gobba.

Non è finita: alcuni tra i poveri cammelli che dovevano partecipare alla gara, hanno subito anche altri “trattamenti” per far sì che si adattassero a certi standard. Pochi giorni prima dell’inizio della manifestazione è stato scoperto che in una clinica veterinaria, oltre a somministrare botox agli animali, venivano eseguiti anche interventi di “chirurgia estetica”, per ridurre ad esempio le dimensioni delle orecchie; oppure venivano eseguite rasature e tinte del mantello, un’altra pratica vietata.