Lo scontro tra due buchi neri che ha causato sconvolgimenti nel tempo e nello spazio, avvertito dalla Terra


Lo scorso gennaio, le onde causate dallo scontro tra due colossali buchi neri, che hanno comportato lacerazioni spazio-temporali, sono state percepite dalla Terra, permettendo agli scienziati di gettare nuova luce su alcune questioni relative allo spazio.

In questo breve montaggio video, si può vedere una simulazione dello scontro tra i due buchi neri, elaborato dall’Albert Einstein Institut di Potsdam, in Germania.

Per gli scienziati, quest’avvenimento permette di fare almeno un piccolo passo in avanti sugli studi riguardo alle stelle che esplodono, e sull’esistenza di diversi buchi spazio-temporali di materia diffusi in tutto il nostro universo. Quella del 4 gennaio è stata la terza volta che le sonde del LIGO sono riuscite a captare le onde gravitazionali che un simile avvenimento produce.

La collisione tra due buchi neri crea un’enorme quantità di energia gravitazionale e di luce. Nell’ultimo fenomeno si sono scontrati due buchi la cui massa complessiva, alla fine, è risultata 49 volte quella del sole.