“Beyoncé pratica magia nera, è una strega, uccide i gattini”: le accuse assurde della sua batterista



Ultimamente, Beyoncé ha ricevuto delle accuse decisamente assurde da parte della batterista che ha lavorato con lei negli ultimi sette anni. Kimberly Thompson sostiene che la popstar abbia avuto comportamenti altamente pericolosi nei suoi riguardi, spingendola a chiedere un ordine restrittivo (che le è stato negato).

Come riportano PageSix e TheBlast, entrati in possesso della denuncia fatta da Kimberly, la musicista sostiene che, negli anni in cui ha lavorato con Beyonce, lei praticasse “stregoneria estrema” con “incantesimi a sfondo sessuale”. Grazie ai suoi oscuri poteri, sostiene la Thompson, Beyoncé era addirittura in grado di controllare i suoi comportamenti. Ha addirittura dichiarato che la cantante avrebbe ucciso il suo gatto.

“Ho lavorato con lei come batterista per la sua band per 7 anni. La cantante ha dato il via ad una serie di molestie nei miei confronti. Pratica stregoneria estrema, ad alti livelli, magia nera, fa spesso incantesimi oscuri ed è colpevole anche di molestie sessuali. Ha anche ucciso il mio gatto. Controlla le mie conversazioni telefoniche e in passato ha controllato le mie finanze.”