Beer Yoga sta diventando una disciplina internazionale


Se state pensando si tratti della più classica delle scuse – il vostro partner vi crede a sudare in palestra, mentre voi sedete comodamente al pub a godervi un paio di pinte – siete fuori strada: Jhula, l’istruttrice che ha inventato il BierYoga, intende tutt’altro. E fa sul serio, perchè la birra è il fulcro e il centro energetico di questa nuova “disciplina” che sta prendendo piede a Berlino e in tutto il mondo.

L’efficacia di tale nuova pratica meditativa nasce dal fatto che sia lo yoga che qualche sorso di birra provocano rilassamento e stati di leggerezza superiori a quelli comunemente provati in condizioni ‘normali’. In ogni seduta fanno da complemento una musica soffusa e un’atmosfera da pub, mentre le bottiglie di birra sono parte integrante delle varie posizioni tipiche dello yoga.

Il costo di partecipazione è di 5 euro, consumazioni escluse, con un limite consigliato dalla stessa Jhula: quello di un litro di birra a lezione. Per evitare conseguenze spiacevoli quando ci si troverà in Adho Mukha Svanasana, la posizione del cane con la testa in giù.

beer yoga3

beer yoga2

beer yoga1

beer yoga