Addio a Paint dopo 32 anni di onorato servizio


Siete pronti ad usare l’ultima volta Paint? Microsoft ha deciso di dire addio al software dopo ben 32 anni di onorato servizio. Sembra infatti che, il colosso dei software, abbia deciso di disattivare il programma perché ormai obsoleto e in disuso.

Tante novità e per forza qualche delusione. E’ ciò che porterà Fall Creators Update, l’aggiornamento di Windows 10 in arrivo il prossimo autunno che spazzerà via alcune delle funzioni ritenute da Microsoft ormai obsolete. Tra queste anche Microsoft Paint, storica feature che verrà soppiantata da Paint 3D.

Rilasciato per la prima volta con Windows 1.0 nel lontano 1985, Paint è stato probabilmente il primo editor di grafica utilizzato dalla maggior parte degli utenti Windows. Nel corso degli anni è diventata una parte cruciale del sistema operativo, evolvendosi dalla palette monocromatica offerta agli albori fino ad arrivare a supportare i colori e, a partire da Windows 98, la possibilità di salvataggio in JPEG.

Tra le feature che Windows 10 non offrirà più ai suoi utenti anche 3D Builder app, Apndatabase.xml, Enhanced Mitigation Experience Toolkit (EMET), Outlook Express, Reader app, Reading List, Screen saver functionality in Themes, Syskey.exe, TCP Offload Engine, Tile Data Layer and Trusted Platform Module (TPM) Owner Password Management.