Dopo 15 anni riapre per la terza volta il sentiero più pericoloso al mondo


Gli amanti del trekking e del brivido esultano. Dopo un periodo di restauro voluto dalle autorità provinciali di Malaga, la primavera 2015 aveva visto la riapertura del «Caminito del Rey» (Sentiero del re), amato dagli escursionisti per la sua spettacolarità, ma anche definito il sentiero più pericoloso al mondo. I lavori di ripristino sono iniziati a marzo 2014 e per il terzo anno consecutivo il sentiero sarà aperto al pubblico.

Chiamato appunto “Cammino del Re”, perché fu re Alfonso XIII che lo aveva inaugurato nel 1921, è un passaggio pedonale lungo 3 km con lunghe rampe larghe appena un metro, sospese fino a 100 m di altezza sul fiume.

Era stato costruito per trasportare materiale e curare la manutenzione di due centrali idroelettriche, purtroppo il tempo e l’incuria l’avevano reso estremamente rischioso a causa del crollo di lunghi tratti della balaustra.