Triggers: le carte che ti fanno ritrovare l’ispirazione


Nel 1975 il musicista Brian Eno e dal pittore Peter Schmidt inventarono le Oblique Strategies, delle carte nate per risolvere i blocchi creativi e per trovare spunti inaspettati, si basavano a loro volta sul cosiddetto “pensiero laterale”.

Ora ci sono i Triggers, una collezione di mazzi sviluppata nel 2016 dal consulente creativo catalano Alejandro Masferrer. I trigger, cioè i grilletti, gli inneschi, sono delle carte accomunate dal medesimo incipit: what if…

Inizialmente Masferrer ha prodotto cinque mazzi: Campaign, Human-centric, Innovation e Serendipity. A questi sono andati ad aggiungersi Brand strategy, Graphic, Storytelling e Business design.