Quando la street art invade una prigione abbandonata


La vecchia prigione di Nantes sarà distrutta entro la fine dell’anno. Ma prima di diventare un cumulo di macerie, sta vivendo una nuova vita con la trasformazione in una galleria d’arte che ospita una mostra sull’universo carcerario.

Fra disegni di detenuti che urlano di dolore e graffiti che evocano il caos su tutte le pareti, la visita alla prigione si trasforma in un viaggio angosciante nell’universo del carcere. “Certo, lo sappiamo come è il carcere, ma qua si vede: si dice che è duro, che fa diventare pazzi ed è quello che c’è scritto su queste pareti, così come tutti i colori, rende folli e disumani“.