Ecco com’è la sabbia vista al microscopio


La sabbia è una roccia sedimentaria clastica sciolta, proveniente dall’erosione di altre rocce tra le quali l’arenaria (roccia sedimentaria). Ma la sabbia può formarsi anche attraverso precipitazioni chimiche da acque sovrasature in ioni (ipersaline) e per accumulo di scheletri e gusci di organismi, come ad esempio le conchiglie. Nessuno direbbe mai che dietro un minuscolo granello di sabbia possa nascondersi una vera e propria opera d’arte, un tesoro della natura.

La sabbia nasconde tesori segreti difficili da scorgere a occhio nudo come dimostrano le immagini realizzate da Gary Greenberg, ricercatore in biomedicina all’University College di Londra. Ingranditi al microscopio di 250 volte la loro normale dimensione i granelli di sabbia si svelano come strutture colorate, multiformi e delicate.

sand-grains-under-microscope-gary-greenberg-1

sand-grains-under-microscope-gary-greenberg-4

sand-grains-under-microscope-gary-greenberg-2

sand-grains-under-microscope-gary-greenberg-5

sand-grains-under-microscope-gary-greenberg-3

sand-grains-under-microscope-gary-greenberg-6

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!