Intervista a Maria Pozzozengaro: la fotografa della semplicità e dell’armonia dei volti


Girando su Instagram mi sono imbattuta in questo profilo, subito mi hanno colpito i volti delicati e le linee morbide dei volti , la delicatezza e l’armonia che esprima Maria Pozzozengaro nelle sue foto. Ecco la nostra intervista a questa incredibile fotografa!

Ciao Maria , raccontaci qualcosa di te e sulla tua formazione
Ciao! Sono Maria, ho 23 anni e studio Biologia. Nonostante il mio interesse per la scienza ho sviluppato una passione/ossessione per le arti visive che mi ha portato ad avvicinarmi al mondo della fotografia circa da un anno.
Principalmente scatto ritratti dal concettuale alla moda: amo studiare le caratteristiche del volto sia per quanto riguarda i tratti fisici che espressivi delle persone, motivo per cui mi trovo assolutamente incapace a fotografare qualsiasi cosa che non abbia un’anima. Sfrutto i miei soggetti per trasmettere una storia, uno stato d’animo in base al mood del momento.

a cosa ti ispiri quando scatti?
Sono molte le cose a cui mi ispiro, a volte mi basta anche solo osservare un luogo e nella mia testa sto già organizzando un set. A parte questo mi faccio ispirare da film, fotografie in giro per il web, quadri, canzoni e a volte persino dai miei stessi sogni/incubi notturni!

i tuoi modelli di bellezza ideali influiscono nella scelta dei soggetti da fotografare?
Probabilmente suonerà superficiale ma la scelta del soggetto è molto influenzata dai miei canoni di bellezza. Sento di non riuscire ad esprimere meglio il concetto se non ho davanti qualcuno che lo rappresenti come lo immagino. Sono attratta dalla semplicità, da tratti morbidi e armoniosi; il “troppo” toglie l’attenzione dalla rappresentazione e non appartiene particolarmente al mio stile fotografico.

Che rapporto hai con Instagram? Secondo te ha davvero influenzato molto il nostro gusto e il nostro modo di scattare foto?
Con Instagram ho un rapporto di odi et amo. Ultimamente è più odio. Penso che se da una parte è utile a farsi conoscere o a conoscere altri artisti dall’altra metta i bastoni tra le ruote per favorire una massa di contenuti che seguono lo stesso trend e che ammazzano la creatività. Trovo sempre meno apprezzate persone che mettono tutto l’impegno possibile nel creare contenuti e che vengano invece premiate altre che non fanno altro che usare trucchetti e magheggi pur di far numero. Tornando ai lati positivi posso dire che è uno strumento che se usato bene aiuta a farsi un occhio (in campo fotografico). A me ha influenzato molto vedere i lavori di altri fotografi attraverso questa piattaforma.

Consigliaci un film di cui ti piace molto la fotografia
Consigliarne uno è riduttivo, soffro un po’… Recentemente ho visto una serie tv che mi ha incollata allo schermo per la fotografia stupenda che ha: The Crown. Per quanto riguarda i film voto assolutamente la mia musa Wes Anderson!

progetti per il futuro?
Non credo di avere dei progetti veri e propri, spero di riuscire a migliorarmi nella fotografia e di poterla trasformare in una professione, chissà… “Del doman non v’è certezza” !