Giappone: una donna ottantunenne impara il coding e sviluppa una nuova app per anziani


Dal Giappone arriva questa bella storia che conferma due luoghi comuni: non è mai troppo tardi e l’età non è nient’altro che un numero. Masako Wakamiya, una signora di 81 anni, si è accorta di una grave mancanza nel mondo della tecnologia mobile: non ci sono applicazioni per smartphone adatte agli anziani.
In sei mesi ha imparato le nozioni necessarie per crearne una e la scorsa settimana ha rilasciato la sua applicazione: ‘Hinadan’, un gioco che si ispira ad una festività giapponese, il Girl’s Day che si celebra il 3 marzo di ogni anno.

Il gioco consiste nel posizionare in maniera corretta 12 bambole giapponesi, ma la caratteristica che la rende perfetta per un pubblico più anziano è l’obbiettivo: non vince chi finisce più velocemente, ma chi conosce meglio la cultura del Giappone. Nel video qui sotto potete vedere la Wakamiya che gioca all’app, per capire meglio come funziona. Mentre su YouTube trovate il suo discorso che la donna ha tenuto il giorno della presentazione della sua invenzione.

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!