Teatro: troppi squilli di cellulari, Raoul Bova non esce a salutare il pubblico


La replica di “Due” al Teatro Metropolitan di Catania è stata più tormentata del previsto. Lo spettacolo che vede in scena Raoul Bova e Chiara Francini è stato disturbato da ripetuti varie suonerie di cellulari che gli spettatori si erano rifiutati di spegnere facendo alterare l’attore.

“Al prossimo telefonino che sentiamo squillare in sala, interrompiamo lo spettacolo” così durante la pausa il produttore dello spettacolo ha avvisato il pubblico, ma non è servito a nulla. Alla ripresa dello spettacolo altri squilli: il monologo di Chiara Francini è stato disturbato dai suoni tanto che Raoul Bova, palesemente irritato, è uscito di scena lasciando la collega da sola a scrutare dietro le quinte per capire cosa fare.

Dopo le proteste degli spettatori incolpevoli, il sipario si è riaperto per gli ultimi 10 minuti di spettacolo. Bova, scuro in volto è uscito una volta sola accompagnando la Francini per mano a ricevere gli applausi per poi non rientrare più in scena, a differenza di quanto previsto.