Stranger Things 3: le prime novità ufficiali sulla nuova stagione


Direttamente dal PaleyFest di Los Angeles arrivano i primi dettagli ufficiali sulla terza stagione di Stranger Things, la serie sci-fi con forti richiami agli anni Ottanta distribuita Netflix e creata dai fratelli Duffer. Le nuove informazioni sono state diffuse dal produttore esecutivo Shawn Levy in vista dell’inizio delle riprese nei prossimi giorni dei nuovi 8 episodi su Stranger Things 3 che saranno disponibili solo nel 2019.

Ora sappiamo dunque che la nuova stagione sarà ambientata un anno dopo la precedente, precisamente nell’estate del 1985. Levy ha parlato anche delle “coppie” che si formano tra i ragazzini, ovvero quelle composte da Eleven (Millie Bobbie Brown) e Mike (Finn Wolfhard), e Lucas (Caleb McLaughlin) e Max (Sadie Sink), e ha ricordato che si parla sempre e comunque di 13-14enni: “Qual è il significato di romanticismo in quella fase della vita? Le relazioni non possono essere mai semplici o stabili, quindi giocheremo con quell’instabilità”.

Il produttore ha anche aggiunto che Steve Harrington, il personaggio interpretato da Joe Keery, avrà un ruolo ancora più fondamentale: “Sicuramente lo vedremo di più, e dirò soltanto che non abbandoneremo la magia di ‘Papà Steve’. Non voglio dire di più, ma ho la sensazione netta che, mentre andavamo avanti, siamo inciampati in una minierà d’oro con Papà Steve”. Levy ha anche anticipato il fatto che, in Stranger Things 3, ci saranno forti riferimenti ai film di Ritorno al Futuro, il primo dei quali è uscito nel 1985.