Shia LaBeouf interpreta suo padre in un film su se stesso


Dopo “Borg McEnroe”, Shia LaBeouf ritorna sullo schermo con un nuovo film, questa volta con una sceneggiatura molto personale e vicina alla vita dell’attore. “Honey Boy”, scritto da lui stesso, è la storia della sua difficile infanzia e della sua gioventù, raccontata attraverso il personaggio principale di nome Otis Lort. Star della tv già a soli 12 anni, Otis è alle prese con un padre ex detenuto e tossicodipendente, di cui si prende cura. A 22 anni però lui stesso è un rottame, non trova lavoro nel cinema per il suo comportamento, e si porta dietro una diagnosi
da “stress post traumatico infantile”. Proprio allora il padre torna nella sua vita.

A interpretare il ruolo del protagonista basato sullo stesso attore sarà Lucas Hedges, rivelato da “Manchester by the Sea” che abbiamo visto di recente anche nei due film candidati all’Oscar “Tre manifesti a Ebbing, Missouri” e “Lady Bird”. LaBeouf ricoprirà il ruolo di suo padre. Le riprese di “Honey Boy” cominceranno a maggio a Los Angeles, e a dirigere ci sarà la regista israelo-americana Alma Ha’rel, nota per video musicali e documentari, che ha già diretto LaBeouf in un video dei Sigur Ròs.