Secondo Roberto Saviano, il paese più corrotto è la Gran Bretagna


Se si chiede quale sia il Paese più corrotto al mondo, la risposta più immediata è dettata dal grado di corruzione percepita. Magari si penserà al Messico, ai Paesi latinoamericani, a quelli africani, al Medio Oriente, all’Italia. E invece il più corrotto è l’Inghilterra, ma non di una corruzione che riguarda gli amministratori pubblici, i poliziotti, i sindaci; ma di una corruzione che è consustanziale al sistema economico. Il sistema economico inglese si alimenta di corruzione. E in tutto questo il governo e i cittadini britannici non si sono davvero resi conto dell’emergenza che sta attraversando il Paese”.

Si apre con queste parole il discorso che Roberto Saviano ha pronunciato nei giorni scorsi di fronte al Parlamento britannico su invito del laburista David Lammy, ex ministro dell’Università.

Nel 2015 la National Crime Agency pubblicò un report i cui dati sono estremamente importanti. Il report spiegava che “ogni anno centinaia di miliardi di dollari di provenienza criminale quasi sicuramente continuano ad essere riciclati attraverso le banche del Regno Unito e le loro filiali“.

gomorra-tra-realta-e-fiction-e-ora-della-seconda-stagione_6wah.640

Quasi in contemporanea, un’altra ricerca, stavolta condotta da Transparency Uk, indicava il mercato immobiliare londinese come “rifugio di capitali segreti e soldi sporchi”. Quest’ultimo documento parlava di corruzione ma non citava mai la parola mafia e il motivo, per Saviano, è semplice: “in Inghilterra non ci sono cadaveri sulle strade né sparatorie”. Ciò nonostante la mafia a Londra esiste: “anche se agisce nell’ombra e soprattutto non ha l’odore acre del sangue, ma quello rassicurante dei soldi”.

Senza il riciclaggio, il denaro delle mafie sarebbe un ricavato inerte. È necessario, invece, che rientri in circolo: il problema delle organizzazioni criminali non è fare soldi, ma riciclarli. E nel Regno Unito, secondo le stime di associazioni non-governative, vengono riciclati 57 miliardi di sterline.

341685-630x330

La capitale del Regno Unito rappresenta insomma il fulcro di un dispositivo finanziario corrotto, oltre a trovarsi al centro del più importante sistema offshore del mondo. Per Saviano nessuno, meno che mai il Regno Unito, può più fare finta di nulla: “Ora è il momento di muoversi – ha avvertito l’autore di Gomorra – è il momento di fare qualcosa contro il denaro criminale, prima che il denaro criminale si compri tutta la Gran Bretagna”.

Il testo è tratto dall’intervento tenuto da Roberto Saviano al Parlamento britannico su invito del parlamentare laburista David Lammy, ex ministro dell’Università