Scoperti i tatuaggi più antichi al mondo su una mummia in Egitto


La bioarcheologa Anne Austin della Stanford University avrebbe rilevato ben 23 tatuaggi sulla mummia di una donna vissuta 3000 anni fa, fiori e animali vari con probabile valenza religiosa.

tattoo egitto 2

L’archeologa ha scoperto i tatuaggi mentre esaminava delle mummie nel villaggio di Deir el-medina, un piccolo centro nel quale operavano gli artigiani che lavoravano alle tombe della Valle dei Re. Fiori di loto sui fianchi, mucche sul braccio e scimmie sul collo: la passione per i tatuaggi era già ben presente nell’antico Egitto. Si tratta della prima mummia dell’Egitto dinastico a rappresentare ‘oggetti’ concreti e veri.

tatto egitto 1

non si tratta di semplici disegni lineari, ma di disegni molto più elaborati e raffinati, vere e proprie opere d’arte. Ne sono stati individuati ben 23, disegni vari, tra cui fiori di loto e animali, probabilmente effettuati in diversi momenti della vita. Secondo l’egittologa Emily Teeter questi tatuaggi, invisibili ad occhio nudo e rilevati grazie all’analisi agli infrarossi, dovrebbero avere un significato di carattere religioso.

tattoo egitto

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!