Nel 2019 arriverrano i vinili in HD


Il mezzo musicale più pubblicizzato al mondo sta per subire una rivoluzione. Terminati i dischi che si consumano alla fine cedendo alla prova del tempo e al braccio di lettura, la start-up austriaca Rebeat Innovation ha lanciato una scommessa pazzesca: creare dischi in vinile HD.

Grazie a 4,8 milioni di dollari di finanziamenti, l’azienda ora ha i mezzi per progettare dei vinili con una qualità del suono ottimale e una durata della vita maggiore del 30% rispetto a quelli più vecchi.

L’amministratore delegato della società, Günter Loibl, ha spiegato a Pitchfork che l’idea è di convertire le tracce audio in mappe topografiche 3D. I laser vengono quindi utilizzati per scrivere le “carte” sullo stampatore, la parte della stampa in vinile che traccia i solchi dei dischi. Sempre secondo Günter Loibl, questo metodo offrirà una qualità audio migliore, il tutto con una minore perdita di informazioni audio.

Inoltre, questi vinili HD sarebbero più rispettosi dell’ambiente, dal momento che il nuovo processo di produzione mancherebbe di alcuni prodotti chimici. Infine, questi vinili 2.0 saranno compatibili con i tuoi giradischi tradizionali.