L’hotel di Banksy in Palestina lancia la sua linea di gadget


Sono oggetti comuni: tazze con scritte, portachiavi, stampe, magliette. Ma sono tutti firmati da Banksy e si possono trovare nello shop Walled Off Hotel, in Palestina.

Sono gadget che non avrebbero alcun valore se non fossero firmati dal famoso street artist, dato che sono oggetti più che semplici, e che celebrano l’hotel “con la vista più brutta del mondo”, situato in una zona di guerra, sul muro che separa Israele e Palestina, a Betlemme. Alcuni dei gadget brutti, infatti, sono composti proprio da pezzi del muro che sorge nelle vicinanze. I gadget si possono vedere sul sito web.

L’hotel aveva aperto lo scorso marzo, insieme alla galleria di opere dello street artist inglese. Il Walled Off nasce come provocazione in una delle zone più desolate del Medio Oriente. Nove camere che sono personalizzate da Banksy, Sami Musa e Dominique Petrin, che richiamano il conflitto tra Israele e Palestina. La scelta di aprire l’hotel nel 2017 non è casuale: è infatti il centenario dell’anno in cui ““gli inglesi presero il controllo della Palestina e aiutarono a dare il via a un secolo di confusione e di conflitti.”