James Franco: Anche Scarlett Johansson si scaglia contro di lui


Alla Women’s march di Los Angeles l’attrice Scarlett Johansson ha tenuto un discorso dove ha fatto riferimento al collega James Franco e lo ha accusato di aver “sostenuto pubblicamente un’organizzazione che aiuta le vittime di abusi sessuali ma in privato se ne approfitta di persone senza alcun potere”. Concludendo il discorso con “comunque restituiscimi la mia spilletta” riferendosi alla spilla del movimento Time’s up che Franco aveva appuntato alla giacca.

Alla marcia insieme a lei c’erano altre celebrità come Mila Kunis, Eva Longoria e 700mila persone.

L’attrice non ha detto esplicitamente di riferirsi al neo vincitore di un Golden Globes, ma in seguito un suo portavoce ha confermato che si riferiva a James Franco.

Sullo stesso palco Natalie Portman ha rivelato un aneddoto sconcertante risalente ai tempi del film Leon (1994), quando l’attrice era ancora ragazzina, riguardante le prima lettera ricevuta da un fan: “Era una fantasia di stupro scritta da un uomo adulto. Ho capito subito, anche se avevo 13 anni, che se avessi espresso la mia sessualità, non sarei stata al sicuro. E che gli uomini si sarebbero sentiti autorizzati a considerare il mio corpo come un oggetto”.