In Intesa Sanpaolo si sta come in ‘Fantozzi’ quando i dipendenti erano costretti a rigirare La Corazzata Potëmkin


Ieri su tutte le home di Facebook d’Italia, nessuna esclusa, è comparso un video che ci ha causato tante emozioni una dopo l’altra: disagio, paura, tristezza, disagio, risate, disagio, disagio, confusione. Lo avrete visto tutti: si tratta di “Io ci sto”, girato con un cellulare all’interno della banca Intesa Sanpaolo di Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova, in cui la direttrice cerca di lanciare l’immagine della filiale come il luogo più accogliente del mondo, saluta Fabio che è malato a casa, canta, mentre i suoi dipendenti, dietro di lei, sorridono con enorme fatica.

Se ve lo siete persi, guardatelo qui:

Insomma, ora che lo avete visto potete confermare quanto sia difficile arrivare fino alla fine. E come non si può provare un po’ di compassione per quei dipendenti, che ci ricordano un po’ Fantozzi e compagni, costretti dal direttore a rigirare la scena de La Corazzata Potëmkin? Quello che si starà divertendo più di tutti, in tutto ciò, è senz’altro Fabio che si è dato malato.

L’ironia dell’Internet si è accanita duramente sulla filiale mantovana, ma l’ironia dei colleghi banchieri è forse ancora più epica di tutto il resto. Ecco i video che sono comparsi su YouTube dopo ieri.

Questo potete guardarlo solo se avete un carattere molto resistente: