#GIFMEFIVE: il recap della settimana a suon di gif


Eccoci qua: serata del 14 febbraio 2016. La situazione è io, una pizza d’asporto e del vino rosso; ovviamente a scrivere il nostro immancabile sunto degli ultimi 7 giorni, per rendere meno traumatico il già duro lunedì mattina.
Ecco a voi il nostro recap settimanale, sempre ovviamente a suon di gif.

Il Festival di San Remo 2016, il trash unito al disagio

Il titolo dice già tutto, abbiamo iniziato con uno scoppiettante Morgan che si diletta sullo skate e tra un Gabriel Garko gonfio peggio di un palloncino di Up e un Carlo Conti vicino al punto di non ritorno nel suo processo alla Michael Jackson al contrario, gli Stadio risorgono e ne escono vincitori quasi a sorpresa. Io non l’ho visto ma ho prontamente seguito tutti gli aggiornamenti su Twitter e non sapevo se ridere o piangere nel leggere 49% di share. A voi.

Le Onde Gravitazionali, Einstein ringrazia e saluta

Scoperte per la prima volta le onde gravitazionali previste dal fisico Albert Einstein. Si dice che tutto ciò è l’inizio di una nuova era per l’astronomia mondiale, io sinceramente ho letto alcuni articoli e in tutto questo mi son sentito molto un Howard Wolowtiz schernito dal sommo Sheldon Cooper per non avere un dottorato in tale materia scientifica.

50° Super Bowl, con una protagonista d’eccezione

Si è tenuto pochi giorni fa l’attesissimo Super Bowl, l’evento sportivo più seguito del mondo. Ma più del risultato (hanno vinto i Denver Broncos) si è parlato dello show dell’intervallo con protagonista una scoppiettante Beyonce, accompagnata da Bruno Mars (il Brunetta americano) ed i Coldplay (2th worst band ever).
Si dice che durante la sua esibizione si sia toccata una media di circa 147000 tweet al minuto riguardanti esclusivamente lei. Vai Queen B!!

Subsonica, quando è meglio il silenzio

Citando il caro Oscar Wilde “A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio” e questo andrebbe ricordato ai cari Subsonica, tali autori di canzonette che hanno accusato il sommo Ennio Morricone di aver copiato quattro note di una loro canzone. E hanno fatto parecchio ‘ncazzare il compositore che li ha prontamente querelati. Ps la canzone di Morricone era targata 1982, ma loro non ne erano a conoscenza. Legittimo.

Flavio Briatore, il restyling

La bella E. Gregoracci pubblica una foto di un Briatore che pare un incrocio tra Marlon Brando e un Franco Califano ai tempi d’oro. Subito schernita dai followers ha subito dato il merito a un miracoloso trattamento dimagrante, anche se pochi, pochissimi, c’hanno abboccato. Tutti a Lourdes.