“Chiamami col tuo nome” è stato escluso dal Beijing Film Festival perché immorale


Cina: il Beijing International Film Festival escluso il film di Luca Guadagnino dalla programmazione poiché la pellicola andrebbe contro la morale. Il film, vincitore di un Oscar, da quando è uscito ha ricevuto un sacco di lodi, anche alcune critiche dai conservatori visto che la vicenda parla di una storia d’amore tra due ragazzi, ma mai questo. Il Festival, infatti, aveva in programma la proiezione di “Chiamami col tuo nome”, ma poco dopo ha fatto marcia indietro decidendo di escludere la pellicola senza dare motivazioni precise a riguardo che, più probabile sarebbero collegate al tema dell’omosessualità.

Recentemente il controllo dei film in Cina è passato ad una specifica organizzazione del partito comunista. Anche se l’omosessualità non è considerata reato, spesso, il governo cerca di censurare qualsiasi contenuto e propaganda Lgbt: Lo scorso Luglio a Chengdu hanno cancellato una conferenza Lgbt e ancor prima avevano oscurato un’App di incontri per ragazze lesbiche.