Better Call Saul: AMC rinnova la terza stagione


AMC ha confermato la terza stagione dello spin-off di Breaking Bad, Better Call Saul, dopo il successo ottenuto con le precedenti stagioni, 7 candidature agli Emmy, tra cui miglior serie drammatica, miglior attore protagonista in un film drammatico per Bob Odenkirk e attore non protagonista in un film drammatico per Jonathan Banks.

Dunque è ufficiale, nel 2017 tornerà la tanto amata serie. Saranno 10 episodi di cui ancora non abbiamo anticipazioni, ma solo un dubbio sul rinnovo della collaborazione tra AMC e Netflix. L’unica cosa certa è che torneranno i creatori e showrunner Vince Gilligan e Peter Gould, Bob Odenkirk nel ruolo del protagonista, l’avvocato Jimmy McGill, e Rhea Seehorn, Patrick Fabian, Michael Mando e Michael McKean. Tra i cattivi rivedremo lo spacciatore Tuco Salamanca (Raymond Cruz) e suo zio, “Tio” Salamanca (Mark Margolis).

Come già espresso in un vecchio articolo, non sappiamo ancora se Aaron Paul ritornerà nei panni di Jesse Pinkman, ma le probabilità sono alte, soprattutto dopo l’interesse che l’attore ha espresso nel riprendere il suo vecchio ruolo.

Quello che Vince, Peter, Bob e tutta la squadra hanno compiuto con ‘Better Call Saul’ è davvero raro e notevole. Hanno preso una delle storie più iconiche, coinvolgenti e (nel miglior modo possibile) trasposte nella storia della televisione e hanno creato un prequel che è a sé stante, Guardare questa trasformazione riflessiva, melodica e moralmente flessibile di Jimmy McGill in Saul Goodman è divertente e delizia milioni di fan, se il loro punto di partenza era ‘Breaking Bad’ o no. Questa serie ha la sua atmosfera, ritmo e sensibilità e non vediamo l’ora di vedere cosa questo gruppo di incredibile talento ci presenti con la prossima terza stagione.