15 campagne pubblicitarie vintage che oggi verrebbero censurate


La pubblicità rappresenta spesso le abitudini e i costumi della cultura nella quale si inserisce. Andando a guardare alcune campagne pubblicate da alcuni marchi negli anni ’50 o ’60, troviamo testimonianze di spot e cartelloni sessisti, razzisti e offensivi che oggi verrebbero senza ombra di dubbio censurati. “Soffiale il fumo in faccia e ti seguirà ovunque”, “Più duramente lavorerà una moglie e più sembrerà carina” oppure “Così facile da aprire che anche una donna ci riesce!” sono solo alcuni esempi.
Proprio la scorsa settimana negli Stati Uniti ha fatto scalpore una pubblicità della Pepsi con protagonista Kylie Jenner. Nella gallery qui sotto ve ne mostriamo 15.