120 proiezioni giganti in onore a Gustav Klimt, Egon Schiele e altri artisti viennesi contemporanei


Un manager dell’organizzazione privata Culturespaces, dedicata all’arte, ha annunciato l’apertura dell’Atelier des Lumieres questa primavera. Una collezione di esibizioni con 120 proiezioni con lavori di Gustav Klimt accompagnati da musica e altro.

Situato a Parigi l’Atelier des Lumieres è una mostra coinvolgente con sulla superficie 3,300 m2 di proiezioni.

In accordo con il presidente di Culturespaces, Bruno Monnier, l’obiettivo è di legare diversi stili d’arte : “per questo la tecnologia digitale è così importante nelle esibizioni del ventunesimo secolo. Usata per scopi creativi, è diventata un formidabile vettore di diffusione, ed è capace di creare collegamenti tra le varie ere aggiungendo il dinamismo alle pratiche artistiche, amplificando le emozioni cercando di arrivare a tutti.”

Atelier des Lumieres spera di far successo con 3 esibizioni permanenti divise in 2 aree:le Halle e Le Studio.

Dentro Le Halle: due circuiti di programmi digitali senza stop, il primo che dura 30 minuti (il programma lungo) sarà in onore di Gustav Klimt e Egon Schiele. il programma più corto sarà dedicato al simbolo della creatività viennese contemporanea: Friedensreich Hundertwasser.

Dentro Le Studio: la terza parte è dedicata ad artisti emergenti. Le studio sarà completamente contemporaneo e darà carta bianca agli artisti in grado di creare mondi digitali.