Perché ascoltiamo sempre gli stessi pezzi musicali


Non c’è proprio niente da fare, la nostra mente è irrimediabilmente attratta da pezzi ripetitivi. Un video tenta di spiegarci il perché. Anche voi avrete notato che spesso tendiamo a ripetere le stesse azioni, come ordinare un piatto che ci è piaciuto al ristorante, comprare gli stessi prodotti quando siamo al supermercato. Questo comportamento è dato dalla nostra difficoltà ad uscire dalla zona di comfort.

La zona di comfort è definita come la condizione psicologica (insieme di abitudini, comportamenti, modi di pensare ed agire) dai quali preferiamo non allontanarci perchè in essi ci sentiamo al sicuro, senza ansie e senza correre rischi. Una sorta di zona neutro. Come è ovvio, tutte le persone tendono, per istinto, a rimanere il più possibile all’interno della propria zona di comfort, e difficilmente ne escono. Perché al suo interno si vive tranquilli, non si hanno paure e ci si muove in un territorio conosciuto.

Con questo video Elizabeth Hellmuth Margulis prova a spiegarci perché siamo così attratti da pezzi la cui melodia o ritornello è ripetuto per la maggior parte del tempo della canzone. Non solo gli occidentali sono attratti da questo genere di struttura musicale, in tutto il mondo c’è una certa tendenza a creare brani che abbiano un tema principale ripetuto più volte. Il “mere-exposure effect”, un fenomeno secondo il quale le persone tendono a sviluppare una preferenza verso ciò con cui hanno familiarità, spiega il nostro comportamento. Se sentite un pezzo in radio per la prima volta magari non vi incanterà, ma dopo dieci volte inizierete a provare una certa attrazione, vi sentirete più in confidenza. Non è l’unico motivo e ve lo lasciamo scoprire in questo video.

[via]

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!