Vittime di stupro mostrano le parole dei loro aggressori


“Perchè piangi?” La fotografa Grace Brown ha lanciato negli Stati Uniti nel 2011 un progetto chiamato “Unbreakable” raccogliendo immagini di vittime di stupro che si esprimono tramite le parole dei loro aggressori.

grace-brown-project-unbreakable_3

Possiamo vedere ritratti di uomini e donne in possesso di cartelli con frasi del tipo Perché piangi?”, “Te lo sei meritato” o “Voglio solo mostrarti quanto ti amo”. Alcuni lo fanno con il viso scoperto e un leggero sorriso, mentre altri preferiscono rimanere anonimi.

Originariamente creato per far muovere le cose, il progetto è gradualmente diventato uno “strumento di guarigione per i sopravvissuti”, ha detto la fotografa. Più di 1.500 fotografie sono state rilasciate in due anni.

Un approccio partecipativo pieno di buon senso che mette in luce in maniera intelligente un male contemporaneo troppo banalizzato.

grace-brown-project-unbreakable_1

grace-brown-project-unbreakable_2

grace-brown-project-unbreakable_4

grace-brown-project-unbreakable_6

grace-brown-project-unbreakable_7

grace-brown-project-unbreakable_8

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!