Un’orribile statua di Nefertiti crea uno scandalo in Egitto


La “Monna Lisa egiziana” ha perso un po’ di fascino. Una statua realizzata a cazzo della regina Nefertiti, moglie del faraone Akhenaton, il cui nome significa letteralmente “la donna magnifica è arrivata” e che ha vissuto nel XV secolo prima della nostra era, ha fatto scandalo nella regione di Minya in Egitto. Ma perché?

Tutto è principiato dal desiderio delle autorità della città di Samalut di accogliere i visitatori con il busto della splendida regina egiziana. Visto che l’originale si trova al Neues Museum di Berlino (Germania), è stato chiesto ad un architetto di realizzarne una replica.

L’unico problema è che il risultato finale assomiglia a tutto tranne che a Nefertiti. I suoi occhi non sono lavorati, la pelle è pallida, le orecchie giganti, per non parlare del viso. Agli internauti non è servito di più per scatenarsi ironizzando sulla qualità del lavoro. Come è possibile, nel 2015, realizzare una merda del genere mentre l’opera originale, realizzata più di 3000 anni fa, è spettacolare?