Nel 2015 i selfie hanno causato più morti degli attacchi da parte di squali


Un turista giapponese di 66 anni è morto e il suo compagno di viaggio è gravemente ferito a causa di una caduta dalle scale del Taj Mahal mentre cercavano di scattarsi un selfie. Il totale dei decessi dovuti alla moda dell’autoscatto sale a 12 quest’anno. Per farvi un’idea, ci sono state “soltanto” 8 uccisioni dovute ad attacchi di squalo.
Sembra una barzelletta, ma non lo è. Questi avvenimenti devono servire ai turisti (e non solo a loro) per rendersi conto che stare più attenti al cellulare piuttosto che all’ambiente circostante può essere assai pericoloso. Quattro degli incidenti mortali dovuti ai selfie sono frutto di cadute a piedi. Un altro motivo è l’incidente con treni, tutti ricordiamo questo fantastico video.
Screen-Shot-2015-09-21-at-4.13.14-PM-1
Non è ancora chiaro se il numero di incidenti causati dai selfie sia in aumento, ma ci sono sempre più turisti disattenti che rischiano tanto per realizzare lo scatto perfetto. Vari parchi naturali hanno dovuto chiudere i battenti per colpa di visitatori che si avvicinavano troppo agli animali. Anche durante l’ultimo Tour de France i fan hanno corso rischi davvero inutili.
Capture d’écran 2015-09-22 à 19.04.38
Per sensibilizzare la gente su questi pericoli, in alcuni luoghi pubblici è stato ufficialmente vietato scattare selfie, anche con il selfie stick. A luglio, il governo russo ha rilasciato un documento che spiegava: “Prima di scattare un selfie, pensate bene che la rincorsa ai like sui social può portarvi a correre rischi inutili e far diventare quello scatto il vostro ultimo scatto”. Agghiacciante, ma purtroppo necessario con i tempi che corrono.

(via)

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!