Il mantello dell’invisibilità di Harry Potter potrebbe essere presto una realtà


Sembrebbe che la magia sia più reale di quanto pensiamo. Alcuni ricercatori della Moscow Institute of Physics and Technology e della Russian Academy of Sciences hanno creato un nuovo metamateriale (con proprietà che non si possono trovare in natura) che potrebbe essere utilizzato per sviluppare alcuni effetti ottici di alto livello e simulare un vero e proprio mantello dell’invisibilità, un po’ come quello del maghetto Harry Potter.

invisibilitycloak

Da quando il romanzo di JK Rowling ne ha parlato, i lettori non hanno smesso di sognare cos’avrebbero potuto fare con un oggetto simile tra le mani, ma ora, grazie a simulazioni informatiche, i ricercatori sono stati in grado di dimostrare che il mantello non è solo una finzione, ma potrebbe realmente esistere:

Il sito DNA India spiega in dettaglio come funzionerebbe: “le simulazioni su computer mostrano che il materiale avrà delle performances altissime e funzionerà con un raggio luminoso a partire da 400 – 500 nanometri (raggi viola, blu e blu chiaro). Un metamateriale con proprietà che sono state create da una struttura periodica artificiale. Quando la luce si riflette sul materiale, la luce rifratta è sullo stesso lato della luce che incide.

Per rendervela più chiara in italiano: l’invisibilità totale non è ancora possibile al giorno d’oggi, ma questo nuovo materiale dovrebbe imitarla grazie al gioco dei riflessi. La persona che la indosserà sarà un tutt’uno con l’ambiente circostante per via della manipolazione della luce. Già l’anno scorso l’Università di Berkley ne parlava, forse tra poco diventerà addirittura una realtà accessibile a tutti?

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!